user warning: Incorrect key file for table '/tmp/#sql_55b_0.MYI'; try to repair it query: SELECT DISTINCT b.* FROM drupal_blocks b LEFT JOIN drupal_blocks_roles r ON b.module = r.module AND b.delta = r.delta WHERE b.theme = 'adessospiana' AND b.status = 1 AND (r.rid IN (1) OR r.rid IS NULL) ORDER BY b.region, b.weight, b.module in /var/www/html/adessospiana.it/trekking/modules/block/block.module on line 460.
Sottotitolo: 
Tacca bianca

Il nostro itinerario comincia dal punto in cui ha inizio la marmifera per le cave meridionali del M.Altissimo, raggiungibile da Seravezza e proseguendo per Azzano. Qualche chilomtreo dopo ha inizio la via Marmifera (si può lasciare qui la macchina, siamo a 433 m.slm) e se segue il cartello CAI che indica il percorso per le cave storiche. In 15 minuti di cammino arriviamo ad una casa (Loc. Mortigliani, 521 mslm) e quindi ad una sbarra.
Proseguendo lungo la marmifera si arriva in breve alla Località La Polla. Qui si segue a destra la marmifera che comincia a salire più decisamente. Si prosegue attraversando un suggestivo punto in cui la marmifera è completamente intagliata nella roccia e si arriva alla Cava Massa o Michelangelo a quota 851. Davanti si presenta il versante meridionale dell'Altissimo: vediamo la Cava Fitta, la Macchietta ma soprattutto - più in alto di tutti - la Tacca Bianca.
Si attraversa la cava e si prosegue per circa 30' lungo la marmifera sino a che, dopo una secca curva, si svolta decisamente a destra lungo un'altra via marmifera inerbita che ci conduce in circa 10' alla Cava Fitta (m.1080).
Dal piazzale della cava, uno sguardo verso l'alto permette di ammirare lo storico sentiero dei tavoloni, che conduceva i coraggiosi cavatori alla cava dei Colonnoni. Si sale quindi una scaletta che permette di superare un muro di alcuni metri per arrivare alla Tacca Bianca. Il cammino inizia ad essere esposto, è necessario procedere con piede fermo e attento.
Verso destra (est) inizia il vertiginoso sentiero che collega la Tacca Bianca con il Passo del Vaso Tondo.
Il sentiero è largo mediamente 80/100 cm, è totalmente scavato nella roccia. Va percorso con molta cautela vista l'esposizione e alcuni massi crollati su di esso. Al termine di questo sentiero si giunge alla base del ripidissimo canale erboso che scende dal Passo del Vaso Tondo; lo percorriamo con cautela (sconsigliabile in caso di erba bagnata) fino a raggiungere il valico che mette in comunicazione Versilia e Garfagnana, posto ad un'altitudine di 1380 mslm.
Qui si prosegue a sinistra lungo il sentiero CAI 143 seguendo la cresta del M.Altissimo (circa 40' di cammino dal Passo del Vaso Tondo).
La discesa può avvenire seguendo sempre il sentiero 143 fino al Passo degli Uncini, ove si incontra il sentiero 33 proveniente da 'Le Gobbie',. Si abbandona il sentiero segnato per svoltare decisamente a sinistra, seguendo una traccia di sentiero che porta di nuovo su una marmifera. Questa era la marmifera che portava alle cave dei Colonnoni. Seguendo la marmifera in discesa si torna alla Cava Michelangelo e quindi, scendendo ancora, alla Polla.

(vedi foto paesaggi e panorami)